Crea sito

Acquisti e consumo tutela civile e legale per il consumatore

Acquisti e consumo tutela civile e legale per il consumatore: I nostri iscritti possono fissare un appuntamento nelle sedi di ASSOdiCONS presenti in tutto il territorio nazionale e sottoporre, di persona, la propria problematica ad un esperto della Associazione a tutela dei diritti dei consumatori per:

  • Diritti dei consumatori:
  • Prodotti Contenuto minimo delle informazioni:
  • Clausole vessatorie nel contratto tra professionista e consumatore:
  • Sicurezza dei prodotti:
  • Associazioni dei Consumatori ed accesso alla Giustizia:
  • Irrinunciabilità dei diritti:

 

Con il Decreto Legislativo N.206 del 2005, è stato introdotto il Codice del Consumo, che raccoglie tutta la normativa in ambito di tutele per il consumatore: il venditore ha l’obbligo di consegnare al consumatore beni conformi al contratto di vendita, laddove la conformità si presume se nei beni coesistono le seguenti circostanze:

  1. sono idonei all’ uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo;
  2. siano conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedano le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello;
  3. presentino la qualità e siano per prassi utilizzabili come un bene dello stesso tipo e, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o nella etichetta;
  4. siano idonei all’ uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto.

Questi elementi devono essere coesistenti per presumere la conformità dei beni.

Il venditore è responsabile nei confronti del consumatore per qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della consegna del bene. 

Secondo la Cassazione il venditore non può mai chiedere una indennità per l’uso del bene fornito, qualora questi sia non conforme, in quanto egli non ha eseguito correttamente l’obbligazione assunta, e dunque deve sopportare le conseguenze di tale inesatto adempimento. 
Il venditore, dopo la denuncia del difetto di conformità, può offrire al consumatore qualsiasi altro rimedio disponibile, a meno che il consumatore non abbia già optato per un rimedio previsto dalla legge. Il venditore può altresì agire in regresso verso il produttore, qualora il difetto sia a questi imputabile. 
I termini di esercizio dei suddetti diritti sono decisamente più lunghi di quelli ordinari. Infatti, il consumatore deve denunciare il difetto entro due mesi dalla scoperta, e comunque si presume che i difetti scoperti entro i primi sei mesi siano difetti di conformità rientranti nella garanzia. In seguito spetterà al consumatore provarlo. In ogni caso il venditore è responsabile quando il difetto di conformità si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene, ed il termine di prescrizione del diritto del consumatore è di ventisei mesi dalla consegna del bene.

 

 

Riferimento al codice del consumo

Acquisti e consumo tutela civile e legale per il consumatore


MODULO DI CONTATTO E RICHIESTA INFORMAZIONI

 

Acquisti e consumo tutela civile e legale per il consumatore

#AssoDiCons #Consumatori #Ciampino #Roma #Associazione #Tutela #CAF #Patronato #Riabilitazione #Mediazione

WEB e SOCIAL 

Tutela Legale e Mediazione – Ciampino

FacebookFacebook –  Instagram  – TwitterGoogle+

Fb No Cyberbullismo – Fb Non Giocarti il Futuro

 
sostieni con noi le associazioni no Profit:


Associazione Multiculturale Lazio – ONLUS Oltre il Giardino